Sicurezza in ambito lavorativo (D.Lgs 81/08)

Il Testo unico sull’igiene e sicurezza in ambito lavorativo (D.Lgs 81/08 e s.m.i.) è la raccolta ordinata e compiuta di articoli, commi, allegati, nella quale il legislatore indica ad aziende, datori di lavoro e lavoratori quanto è essenziale e obbligatorio mettere in atto in riferimento alla prevenzione, alla tutela della salute fisica e mentale, in ogni ambiente di lavoro. Dalla valutazione dei rischi e alla sorveglianza sanitaria, al primo soccorso e all’antincendio. Si riferisce come citato a datori di lavoro e lavoratori, e contemporaneamente e di conseguenza a tutte le figure professionali che debbono popolare i luoghi di lavoro e sulle cui particolari mansioni e responsabilità vengono suddivisi gli accorgimenti abitudinari, le prassi utili per la sicurezza. RSPP, RLS, preposto, addetto al primo soccorso, addetto antincendio e infine medico competente. Soggetti per i quali il Testo prevede un’adeguata formazione e un relativo e periodico aggiornamento.
Il campo di applicazione del decreto, come si può capire, è molto vasto, poichè comprende qualsiasi impresa (anche autonoma o familiare), tutti i lavoratori (inclusi quelli aventi contratti a progetto) e ogni tipologia di rischio. La struttura del Testo Unico presenta una suddivisione in 13 titoli:

Titolo I: Disposizioni generali

Titolo II: Luoghi di lavoro

Titolo III: Uso delle attrezzature di lavoro e dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuale)

Titolo IV: Cantieri temporanei o mobili

Titolo V: Segnaletica di sicurezza

Titolo VI: Movimentazione manuale dei carichi

Titolo VII: Videoterminali

Titolo VIII: Agenti fisici

Titolo IX: Sostanze pericolose

Titolo X: Agenti biologici

Titolo XI: Atmosfere esplosive

Titolo XII: Disposizioni penali

Titolo XIII: Disposizioni finali